Baltici

Baltici

L’area occupata dalle tre Repubbliche Baltiche, anche dette Paesi Baltici, si estende su 175.016 kmq ed è abitata da circa 7.000.000 di persone. Il paese con la maggiore estensione territoriale è la Lituania (65200 kmq) seguita dalla Lettonia (64589 kmq) e dall’Estonia, il paese più piccolo (45227 kmq), popolato da un milione e 400 mila abitanti.
Mentre la Lituania è lo stato più meridionale, la cui capitale, Vilnius, si trova più o meno alla stessa latitudine di Amburgo, L’Estonia è lo stato più settentrionale, la cui capitale, Tallinn, si affaccia sul golfo di Finlandia, e dista da Helsinki solo 80 km.
La capitale della Lituania è Vilnius, la seconda città dell’area per numero di abitanti (circa 600.000) dopo Riga (quasi 800.000), la capitale della Lettonia. La capitale dell’Estonia è Tallinn. È anche la capitale più piccola, con soli 400.000 abitanti.
Tutte e tre le repubbliche sono bagnate dal Mar Baltico e condividono alcuni tratti geografici comuni. Il territorio dei tre stati è infatti completamente pianeggiante e difficilmente i rilievi superano i 300 metri di altitudine. Sono inoltre presenti numerosissimi laghi, dei quali il più grande è il Peipus, in Estonia. Il fiume più importante dell’aerea è la Daugava, che attraversa la città di Riga, ed è noto anche con il nome di origine russa di Dvina Occidentale. In Lituania scorre invece il Nemunas che, nell’ultima parte del suo percorso, segna il confine tra il paese e il dipartimento russo di Kalinngrad.
Il clima dei tre paesi è di tipo temperato ed è caratterizzato da estati tiepide e da inverni non troppo rigidi, grazie all’aria umida proveniente dal Mar Baltico. Le temperature medie in estate si mantengono intorno ai 20° C mentre durante l’inverno, nelle capitali, si registrano temperature anche di gran lungo inferiori allo zero. Nelle zone lontane dal mare il termometro può scendere ulteriormente, fino a toccare -10/-15 e più.

Contenuti Correlati